L’Associazione

L’associazione culturale “I Rënèis” (onlus) si occupa della valorizzazione dell’ambiente e del territorio di Ostana e della gestione del Civico Museo Etnografico “Ostana Alta Valle Po” (fino al 31/12/2013). Essa lavora per documentare, per quanto possibile, il mosaico delle attività che hanno caratterizzato, nei secoli, il territorio della valle Po.
I “rëneis” sono i germogli, i polloni che spuntano dalle radici di un tronco tagliato. L’associazione vuole essere un germoglio che nasce dal ceppo della cultura dei propri avi, ricca di principi  e di valori sia individuali che sociali. Lo scopo è far conoscere il mondo e il modo di vita della gente di Ostana, salvaguardando ciò che è ancora possibile, nella ricerca di strade alternative di valorizzazione culturale, ambientale ed economica del paese.

Dall’anno di costituzione (1997), l’associazione “I Rënèis” ha orientato la propria attività su alcune direttrici principali:

  • la redazione dei Quaderni del Museo di Ostana che ha comportato un grosso lavoro di ricerca, raccolta ed elaborazione di documenti e di testimonianze della popolazione locale;
  • la gestione del Civico Museo Etnografico “Ostana Alta Valle Po” (fino al 31/12/2013).
  • il recupero delle antiche Vie che, con una serie di interventi di ripristino e di segnaletica con i toponimi locali, sono tornate ad essere agibili per percorsi naturalistici  leggibili come un pezzo della storia di Ostana.

Credits:

I contenuti e le immagini caricati sul sito sono a cura dell’Associazione Culturale I Rënèis di Ostana.
Il sito e i contenuti della sezione “Le Vie d’Oustano” sono realizzati dalla Comunità Montana Valli del Monviso in collaborazione
all’Associazione Culturale I Rënèis nell’ambito del Progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri ai sensi della
Legge 15 dicembre 1999 n.  482 “Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche”.

Si ringrazia l’Atlante Toponomastico del Piemonte Montano dell’Università degli Studi di Torino per la collaborazione.

loghi

Si informa che il sito è in continuo aggiornamento e quindi ci scusiamo per eventuali malfunzionamenti.